SISECO: 30 anni dopo la rivoluzione digitale continua

Email this to someoneShare on FacebookTweet about this on TwitterShare on LinkedInShare on Google+Share on Reddit

Pochi settori come quello dell’ICT dipendono così tanto dalla prossima generazione. L’intero settore del CRM, dipendendo da una generazione che nei prossimi dieci anni acquisirà un terzo del potere di spesa, sia in termini numerici che in termini economici, deve modellarsi attorno ad essa se non vuole restare al palo.

Questo uno dei principali risultati del convegno Verso l’Homo Sapiens Digitalis, in occasioni dei 30 anni di Siseco, in cui spiccavano le figure del Prof. Paolo Ferri – Professore Ordinario di Tecnologie per la didattica, Teorie e tecniche della formazione, Dip. scienze umane per la Formazione “Riccardo Massa” – UniMiB, di Marco Marchesi – Direttore Marketing Servizi Smart Retail presso Olivetti – Gruppo Telecom Italia e dell’Avv. Enrico Candiani.

La sintesi degli interventi del Professore e del Direttore Marketing è estremamente interessante: i nativi digitali sono gli araldi di una rivoluzione digitale che ha inciso così a fondo nella nostra vita da modificare il cervello stesso. L’interconnessione continua, il bombardamento di stimoli e la possibilità di raggiungere pressoché qualsiasi cosa un paio di click (fatti su un device mobile e con un touch screen) hanno provocato degli adattamenti nell’utenza tali da comportare drastici cambiamenti nelle capacità cognitive.

Ad esempio, un ragazzino oggi, di media ha una attenzione di sette secondi. Un secondo in meno di un pesce rosso.

Però riesce a processare, e semplicemente a sopravvivere, ad un flusso di informazioni che travolgerebbe probabilmente chiunque altro. Tutto questo richiede, però, che i messaggi commerciali, si adattino a questo nuovo contesto ricco di sfide.

Già, ma come? Come ci ricorda Marco Marchesi, non esiste più una distinzione tra reale e virtuale. Ogni negozio deve esistere nei due mondi. Quando finisce la giornata la saracinesca non va certo giù, la vetrina deve rimanere in vista, perché chi passa sta già pianificando il suo prossimo acquisto.

Si hanno solo 7 secondi per attirare l’attenzione della clientela.

E si deve fare concorrenza a tutto il mondo. E come si vince questa sfida? Ogni negozio ha la sua ricetta, ma la strada è comune: va raccontata una storia su tutti i media, perché il cliente naviga su infiniti media e non si sa mai dove catturarlo. Il negozio deve essere quadrimensionale: deve sapere cosa gli avviene attorno, ma soprattutto quando succede. E ricordare, infine, la regola aurea: il cliente non va cacciato, lo stalking, oltre che inquietante, è anche controproducente. Le offerte devono essere il meno invasive possibile, usando i dati personali con parsimonia ed intelligenza.

 

E qui si inserisce l’intervento dell’avvocato Candiani sul GDPR. La nuova normativa sulla privacy è arrivata. Ed i primi risultati si possono vedere: tre quotidiani online Usa in meno, per noi Europei. Loro si sono arresi direttamente. Come anche tre piccole gaming software house. Non venderanno più in Europa, o, se lo faranno, restringeranno l’accesso. Questi esempi hanno tutti una cosa in comune: sono i piccoli (relativamente ai rispettivi settori) che perdono contro i grandi. Che sarebbero dovuti essere le vittime contro cui veniva approvata la legge. Una legge che, al netto di tutte le distorsioni, resta pensata proprio per i nativi digitali. Che, come cappuccetto rosso, puntano solo alla propria meta. Ignorando il lupo. Che non si nasconde nel bosco, ma nei panni della nonna.

A cui persino loro, nati in quel mondo, finiscono per credere. Sperando che il cacciatore, tentandoli di salvare, non incendino tutta la foresta…

In conclusione, i prossimi 30 anni saranno la prova della nostra economia. Potremo adattarci e rilanciare le nostre eccellenze sui media non tradizionali, salvandola. O saremo destinati a venire archiviati. Una sola certezza ci consola: Siseco, come i 30 precedenti, ci sarà. E sarà al fianco di chi non si arrende, non smette di sognare e di reimmaginarsi.

GRAZIE PER TUTTI QUELLI CHE HANNO PARTECIPATO IN QUESTI PRIMI 30 ANNI

Privacy Preference Center

Close your account?

Your account will be closed and all data will be permanently deleted and cannot be recovered. Are you sure?

Are you sure?

By disagreeing you will no longer have access to our site and will be logged out.